coaster@coastercowo.com (+39) 06 96527893
Bambini: quante ne sanno del web! Come proteggere un figlio super-digital?
settembre 13, 2018
0

Nell'ordine: manuali a fumetti, Polizia Postale nelle scuole, insegnanti non-digital. Basteranno ai bambini per navigare sicuri nel magico internet?

No.

"No" perché il web è come il mondo: una volta che sei lì da solo, senza i grandi, sei esposto a tutto. Devi avere una maturità che a 6, a 12 anni, non hai, per capire che cosa è giusto, che cosa è sbagliato e le conseguenze di alcuni comportamenti. 

La scuola sollecita delle domande. Poi queste domande devono arrivare a casa e lì è la famiglia a fare il resto. È un po' come la prima vacanza studio: viaggiare da soli, usare i soldi, parlare con sconosciuti. Bisogna sapere come ci si comporta per agire in sicurezza. Anche perché è online oltre la metà dei bambini delle scuole elementari e, di questi, un quinto lo è ogni giorno. Il picco però si ha alle scuole medie: sono praticamente tutti connessi e oltre la metà di loro lo è tutti i giorni.

Fonte: ISTAT

Sull'internet non ci sono solo "i malintenzionati", ma tante altre occasioni di rischio, ovunque per esempio si entri in contatto con denaro, religione e false credenze, fonti incerte e sedicenti scienziati, così come con un linguaggio approssimativo e sgrammaticature.

Abbiamo chiesto ai nostri coworker mamme e papà digital di parlare a ruota libera. Ecco una serie di spunti e considerazioni emersi da questa chiacchierata al coffice.

  1. AGIRE QUANDO SONO PICCOLI - I rischi ci sono sempre, ma a una certa età tutto diventa incontrollabile. Gli adolescenti sono complessi, bisogna agire prima, con largo anticipo, anche a muso duro.
  2. PRIVAZIONE - Non privare il bambino del web, ma insegnagli a usarlo.
  3. FARE SEMPLICEMENTE IL GENITORE - Ricorda che internet è il mondo. Funziona come una grande città e si deve fare quello che si farebbe per proteggere un bambino che deve uscire da solo. Di sera.
  4. SIAMO IN RETE - Se limiti l'accesso del bambino ai dispositivi di casa o al cellulare, lui accederà comunque. Non puoi evitargli il contatto con la rete, che è nelle case degli amichetti, nei loro cellulari, ovunque. La rete è un fatto reale.
  5. UN MONDO MAGNIFICO - Internet è un elemento di progresso, serve a migliorarci la vita e a dare ai bambini delle magnifiche opportunità. Imparare le strade con Street View, studiare le stelle, camminare su Marte, ripassare la grammatica con i cartoni animati, ascoltare la viva voce di grandi autori che studiano sui banchi. Il tutto gratis. Non dobbiamo solo intimorirli, questi bambini: dobbiamo entusiasmarli!
  6. SCOPERTE PREMATURE - Con il web i bambini hanno accesso molto presto a tante scoperte che prima avevano il loro tempo di maturazione. Dal sesso alla violenza, passando per malattie mortali e per finire con Babbo Natale che non esiste. Tutto questo bagaglio può arrivare in faccia di colpo, direttamente o per sentito dire. Bisogna essere pronti molto presto a spiegare.
  7.  ACQUISTI ONLINE - Online si possono comprare cose. State sempre attenti agli account che usa il bambino, se è collegato a qualche metodo di pagamento.
  8. INCONTRI ONLINE - Online si possono vedere persone. Coprite la camera del PC sempre. Sul cellulare, configurate tutto il configurabile tramite app e impostazioni del telefono.
  9. FAKE, TANTO FAKE - Online si può fare confusione. Cercate di spiegare ai bambini che alcune fonti sono vere e le altre no e che quando hanno un dubbio devono sempre controllare su "quelle ok". Basta insegnare loro a consultare delle enciclopedie e tre o quattro siti autorevoli.
  10. PRESENZA  - Dobbiamo insegnare ai bambini la forza della dimensione reale. Se siamo in compagnia ma la testa è nello schermo, significa che vorremmo essere da un'altra parte. 
  11. NON SIAMO AUTOMI - La calligrafia, fare di conto, disegnare, fare una ricerca con i libri. Davvero non serve più? E chi ha sviluppato i software che utilizziamo ogni giorno non era forse un mago proprio in queste attività?
  12. LEGGERE, LEGGERE, LEGGERE. I LIBRI - I bambini devono leggere assiduamente la vera letteratura per contrastare lo scrivere male del web, dove tutti parlano e tutti scrivono anche senza saperlo fare. 
  13. BULLISMO - Il bullismo e il cyberbullismo non vanno subiti. Ma non vanno nemmeno praticati. I bambini non sono sempre e solo vittime e vanno controllati anche in questo senso. 
  14. VIDEOGIOCHI - Attenzione ai videogiochi, anche quelli dello smartphone: quelli multiplayer hanno spesso delle chat. Chi c'è dall'altra parte?
  15. DISINTOSSICAZIONE - Tutti concordano: non fa bene "togliere internet". Fa bene osservare dei momenti di disintossicazione, in occasione per esempio di week-end fuori in famiglia, di gite, di esperienze culturali e, sempre, quando si è a tavola. Insegnare ai bambini a giocare fra di loro all'aperto.

E noi maggiorenni? Fermiamoci un attimo. Quanto anche noi, davvero, rispettiamo tutto questo?

Coaster è un posto immerso nel presente, dove puoi parlare di argomenti come questo e trovare persone in grado di comprendere il valore del tuo lavoro. Qui puoi trovare nuovi contatti di lavoro e nuovi clienti. Prenota qui sotto una prova gratuita di due mezze giornate!

Prenota! Indicaci due date.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi