fbpx
coaster@coastercowo.com (+39) 06 96527893
Paghi con carta? Sì, ma senza POS. Ecco le nuove frontiere del no-cash!
luglio 3, 2018
0

Consulenti, grafici, videomaker, freelance di ogni foggia e colore che accettano pagamenti con carta di credito.

Vi sembra uno scenario improbabile? Non lo è: l'esigenza di una tracciabilità dei pagamenti, unita alla necessità di superare il tempo di attesa del bonifico (che poi: arriverà?!), rendono il POS uno strumento amico. 

In principio fu l'e-commerce: è stato Ebay, seguito a ruota dagli shop online, a divulgare il verbo di Paypal. Ora, attenzione: stanno proliferando strumenti alternativi con le medesime funzioni: taluni con apparecchio incluso (per i nostalgici del POS), quasi tutti invece tramite smartphone. Perché un POS virtuale? Perché quelli bancari non hanno sempre un costo giustificabile. Diciamocelo: nell'iconografia, è un apparecchio per chi fa tante transazioni giornaliere.

Con le nuove proposte virtuali, invece, il pagamento con carta è ora una normalità per tutte le categorie, non solo per il commerciante. Perfetto per i singoli: consulenti di marketing, di comunicazione, coach, personal trainer e via dicendo.

Ecco qualche idea: forza, provatelo!

//1

SUMUP AIR

Compri l'apparecchio a 39 Euro e poi paghi una percentuale dell'1,9% sulle transazioni, ma non sei vincolato a un conto corrente e spendi meno.  Trova il suo concorrente, forse, solo in Poste Italiane (che non è ancora il partner migliore per un'impresa, ma lo può essere per il lavoratore individuale).

www.sumup.it

//2

SATISPAY

Crea un conto corrente virtuale con un budget prestabilito. Utile per ragioni di sicurezza delle transazioni e di controllo delle spese. Inoltre, contribuisce alla creazione di una rete di esercenti e acquirenti su cui "montare" un sistema fedeltà. Simile nel suo meccanismo a circuiti complementari come quello degli amici di Samex.

www.satispay.com

//3

GESTPAY

Nasce per l'e-commerce, per cui crea un sistema esterno di pagamento di tipo tradizionale, alternativo a Paypal, che anzi integra consentendo, peraltro, di effettuare una configurazione del design della landing page. 

www.gestpay.it

//4

MULTISAFEPAY

Come Gestpay, offre un sistema esterno di pagamento dal design personalizzabile con un plus molto interessante: strumenti di re-marketing. È inoltre integrabile con i principali plugin per l'ecommerce, come Woocommerce e Prestashop).

www.multisafepay.com

//5

PAYREXX

Un POS virtuale a tutti gli effetti, che passa per il nostro smartphone. Il telefono diventa POS: si devono inserire importo e dati della carta del cliente e procedere con l'incasso.  L'interfaccia è la stessa che ci troviamo davanti quando procediamo a un pagamento online e i medesimi sono i tempi dell'operazione. 30 giorni di prova gratuita.

www.payrexx.ch

Una bonus track: Google Pay, che menzioniamo non tanto come POS virtuale ma come vera e propria "rete di pagamento", che  supera alcune macchinosità di Paypal senza portarci altrove, senza farci uscire dal nostro Google account. In pratica, big G colma anche questa esigenza e ci tiene strenuamente loggati. Sarà forse questo il suo principale obiettivo?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi